Prima di giudicare un albero, taglialo

O di Piero Angela

Taglia un albero, prima di giudicarlo

O di Piero Angela

Se n’è andato, per ovvie ragioni biologiche. Sicuramente amato, ovviamente famoso, presumo felice. In verità devo confessare che da bambino lo ammiravo molto, moltissimo. La trasmissione RAI che lo rese celebre, “Quark”, ha contribuito enormemente alla mia formazione. Così lui stesso, che era un modello per me.

Posso essere onesto nel riconoscerlo, ma non posso più essere riconoscente.

Negli ultimi anni di golpismo sanitario costui ha avuto parole troppo ingiuste, false e sbagliate per cavarsela così, con un rimpianto affettuoso e saluti. Ci sono dei paletti che, superati, cambiano tutto. Questo è anche il suo caso. Il grazie costui se lo è bruciato, e da un pezzo. A dirla tutta mi era già parecchio caduto in disgrazia dopo aver traghettato il figlio a fargli da successore come se fossimo nell’Egitto dinastico dei Faraoni o in una satrapia postellenistica, non in una TV di Stato al servizio dei valori costituzionali. Nepotismo. Brutto vizio italiano. Bruttissimo. Ma non era ancora colma la misura della pazienza.

Oggi lo è. Quindi niente rimpianti, niente tristezze, solo una triste amara indifferenza. Come ebbe bene a dire un proverbio nordico:

«Prima di giudicare un albero fallo cadere e taglialo»

Così anche per Piero Angela.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...